Vaccini Covid-19, novità dalla Toscana. In corso tavoli anche su test e tamponi

22/02/2021


Č ripartita settimana scorsa la possibilità di vaccinarsi contro il Covid-19 per i farmacisti iscritti all'albo che erano rimasti fuori dalla prima tornata e tra le figure del comparto sanitario aventi diritto alla vaccinazione contro il Covid-19 sono stati riconosciuti anche gli operatori della Distribuzione intermedia del farmaco. A fare il punto Isidoro Tortorici, referente regionale per la Toscana e membro del Consiglio direttivo di Federfarma Servizi, che racconta le novità in tema di vaccini.
«Sono in corso in questi giorni le vaccinazioni dei farmacisti che erano riusciti a prenotarsi nella prima tornata, che tuttavia aveva avuto una finestra temporale breve. Su pressione della Consulta degli Ordini toscani, la Regione, settimana scorsa, ha riaperto la possibilità di prenotarsi». Con una novità: «Tale possibilità è stata allargata anche a tutti gli operatori della distribuzione intermedia. Un aspetto importante che consente di garantire la continuità del servizio pubblico e che è un riconoscimento del ruolo a supporto delle farmacie anche durante l'emergenza sanitaria».
Sul punto da Federfarma Servizi, intervenuta in una nota, è partito l'appello perché anche altre Regioni seguano l'esempio.

Sempre in tema di vaccini anti-Covid, in una circolare di Federfarma Toscana sono state diffuse, come riferito da Filodiretto, l'house organ di Federfarma, «le istruzioni operative elaborate di concerto con la Cispel, relative alla distribuzione dei vaccini Covid-19 da parte delle farmacie ai medici di medicina generale. I medici potranno ritirare il vaccino prenotato nella farmacia - da loro indicata nel sistema di prenotazione - a partire da martedì 23 febbraio. All'avvio dell'attività di distribuzione dei vaccini, che avverrà tramite la piattaforma Gopen Care, i medici troveranno nelle farmacie ministock dei kit per la vaccinazione, delle soluzioni fisiologiche e di adrenalina».

«Con la Regione», spiega Tortorici, «sono in corso varie interlocuzioni sui diversi aspetti legati in particolare all'emergenza, riguardanti anche i test e tamponi. Sono in via di elaborazione protocolli e accordi, con la definizione delle modalità operative. Per quanto riguarda in particolare i test e i tamponi, dalla Regione è stata messa a disposizione anche l'accesso alla piattaforma relativa alla tracciabilità».