Sergio Fontana: con Making Pharmaceutical vogliamo ridare centralità all'Italia

24/06/2019


Creare una occasione di confronto tra tutti gli stakeholder del mondo farmaceutico, in una prospettiva europea e internazionale, ma anche riaffermare la centralità e l'eccellenza dell'Italia e di Milano nel settore e agli occhi della politica. È questo il leitmotiv di Making Pharmaceuticals, l'evento fieristico organizzato il 18 e 19 settembre, presso UNAHOTELS Expo Fiera Milano, con il supporto dell'Associazione Italiana Commercio Chimico (AssICC), nonché di Federfarma Servizi, Adf, Assoram, Società Italiana Farmacisti Preparatori, Ipec Europe, Adritelf, Certiquality, Chemical Pharmaceutical Generic Association, Ascofarve e Confcooperative Sanità. A parlarne a F-Online, Sergio Fontana, presidente del settore Chimico-Farmaceutico dell'Associazione Italiana Commercio Chimico (AssICC), amministratore delegato di Farmalabor Srl, e neo presidente di Confindustria Bari BAT. «L'Italia e Milano in particolare» spiega Fontana «hanno tutte le competenze per reclamare la propria importanza nel settore farmaceutico. Anche se il nostro Paese e il capoluogo lombardo hanno perso la possibilità di ospitare la sede dell'Ema, pur avendo tutte le carte in regola, siamo convinti che debbano vedersi riconoscere da tutti quella centralità politica e istituzionale che già detengono come motore dell'economia del settore. Per questo, abbiamo deciso di organizzare questo importante evento - articolato in area fieristica e focus tematici - che ci auguriamo diventi polo di attrazione a tutti i livelli anche in futuro. L'evento sarà una importante occasione di confronto tra tutti gli stakeholder sanitari e grande è la partecipazione, finora, di espositori, imprese, associazioni di categoria, professionisti di settore».
D'altra parte, quando si parla di Made in Italy, aggiunge Fontana, «si tende a fare riferimento alla moda o al food. Ma proprio il settore farmaceutico rappresenta un'eccellenza, grazie al mondo imprenditoriale altamente preparato e a un sistema Paese organizzato e funzionante - dall'Università, alla filiera produttiva, alle Istituzioni, che prestano un'attività di controllo fondamentale. Alla luce di questo, mi auguro che Making Pharmaceuticals, come appuntamento annuale, possa restituire di nuovo l'importanza che il nostro Paese merita e convogliare sul settore e su Milano l'attenzione della politica italiana, europea e internazionale».