Antiflu, Fip: per aumentare copertura vaccini necessario diversificare percorsi e strategie

12/10/2020


╚ stato ribadito ancora una volta dalla International pharmaceutical federation (Fip), nell'ambito dell'ultimo appuntamento pubblico, l'appello, già lanciato anche in occasione della Giornata del farmacista, di assicurare equità nell'accesso alle risorse e alle misure di prevenzione anche attraverso investimenti diretti all'implementazione dei servizi vaccinali nelle farmacie di comunità. Il coinvolgimento in vari livelli delle farmacie e dei farmacisti nelle vaccinazioni, nei vari Paesi in cui tali esperienze sono realizzate, ha portato a un miglioramento nella copertura della popolazione, maggiore informazione e minori resistenze da parte dei cittadini, ma anche una migliore tracciabilità e un risparmio in termini di risorse. Questo in particolare deriva dal fatto, come ricordato dai recenti Report della Fip, che il coinvolgimento del sistema distributivo di farmacie e grossisti permette una programmazione e una pianificazione delle somministrazioni più flessibile. Laddove, poi, le farmacie sono coinvolte direttamente nelle campagne, si verifica anche una presa in carico del cittadino che non si limita al momento della sessione vaccinale, ma si estende a tutte le occasioni di contatto tra cittadino e farmacista.

Secondo la Fip quindi, come ribadito anche nella Giornata del farmacista, è necessario diversificare il più possibile i percorsi e le strategie vaccinali, in modo da poter andare incontro alle necessità di una fascia maggiore di popolazione. Dall'altro lato è certamente indispensabile iniziare ad affrontare il tema della formazione e della remunerazione delle farmacie in maniera più organica, in modo da potenziare il loro ruolo. Questo diventa ancora più cruciale in un momento come quello attuale, caratterizzato dall'emergenza sanitaria da Covid-19.